Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
1.1.IL PARANORMALE - Giorgio di Simone
1.2. Il Mistero della Vita Umana e della Ricerca Psichica
1.3. Perchè siamo sulla Terra
1.4. A proposito di...
1.5. Riflessioni
1.6. wwNw
1.8. L'"ultimo nato"
2.1.CHANNELING - MariaGrazia
2.2. Cos'è il Channeling?
2.3. Comunicazioni da altre dimensioni
2.4. Le Parole del Mondo
2.5. Riflessioni
2.6. wwNw
I NOSTRI OSPITI
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 BluGoa
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Moonwitch
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
2.1. Dalla morte in poi...

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
L’Io oltre la condizione umana

Prendiamo in più serrata considerazione l’Io superiore autocosciente, intendendo riassunte in questa espressione tutte le potenzialità che gli competono.
Cosa accade a questo Io dopo la morte, cioè dopo l’abbandono del suo strumento fisico? Come colmare questo apparente abisso e approdare, col nostro linguaggio e la nostra scarsissima conoscenza della realtà, al mondo extra-umano, questo Territorio normalmente inimmaginabile?
Questo “aldilà”, come presunto ambito di prosecuzione dell’esistenza, è sovente concepito in maniera molto puerile, quasi come un duplicato dell’ambiente umano; un ambiente in cui la persona che è chiamata “defunta” continuerebbe ad essere più o meno quella di prima della sua morte fisica.
In una parola, si pensa generalmente alla cosiddetta “sopravvivenza” attribuendole banali caratteri antropomorfici.

Ora mi sembra di poter affermare – sulla scorta di tutto ciò che finora ho scritto su questo argomento – che immaginare una sua continuità “umanizzata” è una vera e propria assurdità. D’altra parte, come è possibile parlare di una realtà che non ha più alcun elemento di riferimento di tipo umano, cioè di riconoscibilità? Ma siamo proprio sicuri di questo? La soluzione, seppure parziale, di questo problema di comprensione e di conoscenza, può avere un primo approccio proprio riprendendo in esame quello che ho affermato in un altro mio scritto, cioè che “se il finalismo dell’evoluzione fisica è ordinato e probabilmente programmato, per le forme e le funzioni, a maggior ragione le facoltà più elevate dell’individuo non possono finire con la morte del suo involucro materiale”.
Questo significa che il filo di Arianna che può essere considerato come una prima guida, una prima traccia del nostro percorso di conoscenza del post-mortem, è costituito dalla continuità di esistenza delle facoltà superiori e, naturalmente, soprattutto di quelle che più chiaramente si distaccano dalla logica e dalla prassi della vita materiale: fisica, psichica o sociale che sia. Queste elevate facoltà le conosciamo e le abbiamo annotate: esse sono il sentimento più affinato (che va oltre “l’estetica della percezione”), sono la sensibilità morale e il criterio etico, sono l’intuizione e la compassione, che è l’empatica partecipazione alle sofferenze e alle gioie del nostro prossimo. Sono, infine, al più alto grado, l’amore fisicamente e socialmente disinteressato per gli altri, e quello per la Conoscenza, vista come costante ricerca e di scoprimento della Realtà. Il tutto, beninteso, sorretto da quel nucleo di potenza intellettiva al quale non possiamo negare un raggio di azione che va ben oltre la pur complessa sfera delle attività mentali.

Quando, ad esempio, Angela da Foligno dice: “…Fra questo predetto amore, tanto grande che non ne posso immaginare uno maggiore se non quando mi sopraggiunge quell’altro amore mortale, appunto tra l’uno e l’altro, ve n’è uno in mezzo, del quale non posso dir nulla perché ha una profondità e procura una gioia da non dire. A quel punto non voglio sentir parlare della passione; non voglio che mi nomini se non Dio, perché lo sento con tanto diletto che tutto il resto sarebbe un impedimento, perché gli è inferiore. E quanto viene detto dal vangelo o di altre rivelazioni, mi pare a confronto, un nulla: vedo cose maggiori…..”, ella sottolinea l’insufficienza del linguaggio umano a esprimere concettualmente qualcosa che sta oltre le possibilità strettamente umane di traduzione di ciò che viene comunemente definito come “ineffabile”, non potendo dire altro. E così ella non fa altro che tentare, in un modo che può apparire folle, di andare oltre quel tipo di realtà che, vivi, ci mantiene murati in una condizione di esistenza estremamente limitata.

Quando Rainer M. Rilke scrive:
“…ma chi ci ha rigirati così, che qualsiasi sia quel che facciamo, è sempre come se fossimo nell’atto di partire? Come colui che sull’ultimo colle che gli prospetta per una volta ancora tutta la sua valle, si volta, si ferma, indugia, così viviamo per dire sempre addio”, accade la stessa cosa.
Oppure quando egli dice:

“Come è possibile vivere, se non possiamo affatto penetrare gli elementi di questa vita? Se perpetuamente siamo insufficienti nell’amare, nel decidere incerti e incapaci di fronte alla morte, come è possibile esistere?……

Ci accorgiamo allora quanto sia faticoso, penoso, per chi intuisce tali realtà, esprimerle soltanto con accenni fuggevoli e umanamente tormentati. Anche se siamo davanti al doveroso tentativo dell’umano di superare se stesso, per congiungersi anche soltanto per un attimo di un misterioso “tempo”, con l’altra parte dell’intera realtà dell’Essere e della sostanza delle sue estrinsecazioni. Venuto a mancare il substrato fisico di un corpo biologicamente inteso, le qualità primarie della persona (fino ad un attimo prima compiutamente “umana”) si rispecchiano in se stesse e con moto centripeto riacquistano la loro piena potenzialità nell’Io, che è l’Essere individuato.
© G.di Simone - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare i testi, anche parzialmente, senza autorizzazione dell'Autore.



Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui


Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui
In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.
Non dimenticarti di iscriverti alle
NewsLetter del SurjaRing!


Vuoi un regalo dal SurjaRing? clicca qui




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.